eolie

Eolie

Eolie

Report Abuse
Categoria: Marchio:

Descrizione

L’incanto delle Eolie

Partenza da Capo d’Orlando – Itinerario 7 giorni isole Eolie

L’arcipelago delle Eolie è formato da sette isole più vari isolotti e scogli. È considerato l’arcipelago più bello del Mediterraneo e tra i più belli al mondo. Le zone abitate sono solitamente costruite a Est, il lato riparato dai forti e frequenti venti di Maestrale. In ogni isola ci sono baie riparate dal vento, in cui è possibile sostare per dormire sotto le stelle a bordo delle nostre barche, per un’esperienza indimenticabile.

 

 

Un esempio di itinerario di sette giorni:

Vulcano: è l’isola più meridionale di tutto l’arcipelago delle Eolie, dista meno di 12 miglia dalla costa settentrionale della Sicilia. E’ formata da più vulcani, di cui il più alto – il Grande Cratere – domina il porto. L’ultima eruzione distrusse completamente l’abitato, ma oggi l’attività vulcanica si limita a fumarole, a fonti sulfuree calde e polle sottomarine di gas bollenti che riscaldano in alcuni punti le acque marine. Da mare, Vulcano offre fantastiche visioni di coste impervie e multicolori.

Lipari: Lipari è la capitale delle isole Eolie, è l’isola più vasta, la più popolata e la più attrezzata dell’arcipelago. Ed è stata anche la prima isola ad essere abitata, infatti i primi abitanti dell’arcipelago si installarono sulla collina del Castello, attorno a cui si è sviluppato in seguito il bellissimo paese di Lipari. Lipari è uno scalo estremamente piacevole ed affascinante con le sue viuzze che salgono al castello costruito nel XVI sec.

 

 

Salina: è delle isole Eolie quella più alta sul mare, circa 960 mt. E’ formata da due vette collegate tra loro, ed è anche l’isola più verde. Prende il nome dalle antiche saline, oggi completamente abbandonate ma ancora visibili a Punta Lingua, estremità SE di Salina.

Panarea: Senza dubbio la più frivola delle sette sorelle, è definita la Capri delle Eolie. Tutto è estremamente curato fino ed oltre i dettagli, rigorosamente in stile eoliano.

 

 

Stromboli, l’Isola Vulcano: la più settentrionale delle Eolie, ospita il più attivo dei vulcani europei. Dall’Osservatorio della Marina Militare, a Punta Labronzo, sono perfettamente visibili le frequenti e spettacolari eruzioni di questo esplosivo gigante della natura. A poche centinaia di metri a nord-est dell’isola si erge lo scoglio dello Strombolicchio, nato da una delle più antiche eruzioni vulcaniche mai avvenute alle isole Eolie e che oggi fa sfoggio del suo splendido faro alimentato a energia solare. Per un’esperienza ancor più suggestiva, partendo poche ore prima del tramonto dalla piazzetta della chiesa di San Vincenzo si sale sulla sommità del vulcano, accompagnati dalle guide vulcanologiche locali, per godere del superbo spettacolo offerto dalle eruzioni notturne.

Filicudi: presenta una sagoma conica prolungata verso SE (Capo Graziano) che si collega al corpo centrale con una pianura bassa (Piana del Porto). Le coste di Filicudi sono scoscese, quasi ovunque deserte e difficilmente accessibili. Le coste sono circondate da secche e scogli pericolosi, quindi porre attenzione e consultare sempre le carte nautiche. Da non perdere la Grotta del bue marino.

 

Alicudi: la più occidentale delle Eolie, distante circa 34 miglia marine a ovest di Lipari. L’abbondante vegetazione spontanea che cresce su questo lembo di terra l’ha resa il luogo ideale per il regista Nanni Moretti, che vi ha girato il film Caro diario (Palma d’oro a Cannes nel 1994). Alicudi è dominata dal monte Filo dell’Arpa, un vulcano spento di circa 5 Km2, che copre l’intera isola e offre indimenticabili scorci: infatti, dall’alto ci si immerge in un paesaggio fatto di mare cristallino e nero. Non molto distante da qui, è possibile visitare il Timpone delle Femmine, un arroccamento naturale utilizzato un tempo come rifugio contro le scorrerie dei corsari e dei pirati.

GUARDA IL VIDEO:

 

Questions and Answers

You are not logged in