Ice 70

Ice 70

Vi presentiamo il nuovo ICE70, un’imbarcazione unica che esprime tutta la nostra passione per realizzare i vostri sogni.

L’ICE 70, progettata dallo studio Felci Yacht Design, fonda in un unico oggetto eleganza, tecnologia, prestazione, versatilità.

Eleganza nelle scelte stilistiche, armoniose sia internamente che esternamente, in cui si fondano stilemi classici e moderni, enfatizzando in tal modo esclusività e raffinatezza.

Tecnologia nei contenuti, sia a livello progettuale che costruttivo. Il cantiere ha messo a frutto tutta la sua decennale esperienza, utilizzando tecniche e materiali d’eccellenza, quali l’infusione per la realizzazione della parti in composito, l’estensivo uso di fibra di carbonio per scafo, coperta, strutture, garantendo grande rigidità e ampi coefficienti di sicurezza.

Prestazione, grazie alla forma della carena caratterizzata da una ridotta superficie bagnata e allo stesso tempo da una elevata stabilità di forma, assicurando così crociere veloci e confortevoli e la partecipazione a regate d’altura long distance con emozioni tutte da provare.

Versatilità degli allestimenti interni. ICE YACHTS dà l’opportunità di una opzionale personalizzazione dell’arredo degli interni. Un progetto ad hoc per forme, colori e materiali potrà infatti essere realizzato così da rendere il proprio yacht davvero unico.

Report Abuse
Categorie: , , Marchio:

Descrizione

Interni

L’essenza principale utilizzata nell’arredo di questo primo esemplare è il teak lasciato naturale, primo messaggio di come la classicità e la tradizione nautica possono sposarsi con la contemporaneità. Gli inserti che ricoprono le pareti verticali e creano un continuum in tutte gli spazi abitativi, sono in cuoio naturale. Si è scelto di giocare con le tonalità dei beige e dei bianchi per i tessuti, con alcune nuances per le sedute e i divani, diversificando così le due zone giorno: quella della living più chiara, quella della tv, una gradazione più scura, per dare a questo luogo di relax maggiore intimità.

Anche l’oggettistica è curata, sempre con una filosofia classica in chiave moderna. Ad un opera contemporanea si accostano in armonia il modello mezzo scafo, così come la lampada di design.

Il pagliolato in teak, con doghe scure in wengé, scorre longitudinale da poppa a prua, legando stilisticamente tutti gli ambienti. L’area di poppa, organizzata con la cabina del comandante, comunicante con l’area cucina, è completamente a sé stante a garanzia di una notevole privacy per l‘armatore e i suoi ospiti. La zona a prua è dedicata alla cabina armatoriale, ampia e ed elegante con un bagno padronale completo di doccia e sauna tutto rivestito in teak e con uno studiolo dove ritirarsi in assoluta tranquillità, e alla zona ospiti composta da una cabina con doppio letto e ampie armadiature e un bagno dedicato.

Delfiniera

Lo Yacht è dotato di una delfiniera in carbonio, progettata in ogni dettaglio e accuratamente costruita, per murare sia Gennaker che Code zero e per fungere da musone per l’ancora.

Poppa

La poppa apribile dà accesso al grande garage, dove stivare tender e numerosi oggetti necessari a bordo; la spiaggetta a filo sull’acqua consente una facile discesa a mare. La passerella poppiera è idraulica e a scomparsa.

Coperta

Lo sguardo appena saliti a bordo si perde dal pozzetto verso prua con grandi spazi e un ordine che attribuiscono all’imbarcazione una incredibile esclusività. Stilisticamente la coperta è caratterizzata da una tuga squadrata, piatta e slanciata, con ampie vetrate di cristallo doppio strato, da cui si diffonde la luce che illumina all’interno tutto il salotto “rialzato”. Scaturisce da un approfondito studio ergonomico e funzionale, l’ampio pozzetto, abbastanza profondo da conferire sicurezza e l’attrezzatura, disposta in modo razionale per agevolare equipaggio e timoniere. Gli winches primari e quello della randa sono arretrati e raggiungibili facilmente, la drizza randa è rinviata a poppa così da issarla restando direttamente alla ruota; i pistoni che regolano il back stay sono a scomparsa. L’intento ben riuscito è quello di avere una pulizia visiva sia in pozzetto che su tutta la coperta.

Tavolo pozzetto

Realizzato su progetto è un vero pezzo di architettura e tecnologia. Realizzato in carbonio e teak è caratterizzato da un basamento modellato in maniera leggera ed elegante. All’interno trovano spazio due vani separati per lo stivaggio di oggetti di vario genere e tre grandi display per l’elettronica di navigazione.

Il piano del tavolo è chiudibile e consente a 6/8 persone di cenare comodamente.

Pozzetto

Le panche del pozzetto sono larghe e rese ancor più comode dalla possibilità di fissare cuscini idrorepellenti realizzati su progetto, smontabili e facilmente stivabili nel garage, che ha anche due accessi dal pozzetto.

Sempre in pozzetto si fa notare la pulizia generale, i due gavoni poppieri per lo stivaggio delle zattere, i puntapiedi a scomparsa e il trasto della randa incassato, completamente nascosto, se necessario.

Sempre nell’ottica di miscelare materiali classici e Hi-tech si fanno notare le colonnine del timone in carbonio e le nuove consolle, progettate specificatamente per questa imbarcazione e modellate in modo da seguire le linee guida della tuga, che consentono di posizionare nella maniera più ergonomica possibile tutte quelle componenti elettroniche che ormai sono parte integrante di ogni moderno yachts.

Interessante il fatto che dalla consolle è possibile azionare tutti i macchinari, cioè il motore principale, il bow trusther, lo stern trusther, il verricello dell’ancora, quello del tonneggio, tutta l’idraulica, compresa quella che aziona la pinna lifting, e il completissimo impianto luci ponte.

Dettagli

Molti i dettagli studiati e modellati specificatamente per aggiungere esclusività a questo yachts, come ad esempio il recesso del dodger completamente nascosto da una portelleria finita in teak, oppure i passacavi, realizzati in fresa dal pieno, che si inseriscono all’interno del trincarino che corre senza soluzione di continuità da poppa a prua, oppure i pulpiti, sagomati in maniera esclusiva che riprendono le direttrici del progetto formale in un interessante unicum filosofico.

Dodger e Bimini

Ovviamente questa ricerca formale estesa trasversalmente a tutto il progetto non poteva non coinvolgere il dodger e il bimini, entrambi elementi che per definizione devono saper miscelare marinità e funzionalità, con quel confort che permette di vivere a pieno il piacere di navigare e vivere il mare.

Realizzati entrambi con l’ausilio della stanza virtuale che consente di “salire a bordo” e verificare in anticipo ogni concetto funzionale, rimangono elegantemente legati alle forme muscolose del ponte.

Il bimini, realizzato da due archi di carbonio profilati in maniera aerodinamica è ricco di dettagli interessanti, come ad esempio la finestratura centrale, l’illuminazione interna e la possibilità di creare un ambiente realmente protetto, per vivere esternamente in maniera molto confortevole anche in condizioni meteo non particolarmente favorevoli.

Technical Data

L.O.A. 21,30 mt
L.W.L 19,80 mt
B.max. 5,76 mt
Draft 2,80/4,50 mt
DSPL 25500 kg
Ballast 8100 kg
Engine Yanmar 4LV 195 hp
Gear KMH 50A-3 V drive
Water capacity 1100 l
Fuel capacity 1200 l
Generator Mase is12
Inverter Victron 8000
Battery pack 1000A24V lithium
Materials Sandwich fiberglass/carbon
Deck Full carbon
Mast Full carbon
Boom Furling system
Rigging Full carbon
Main Sail 148 sqm
Jib 111 sqm
Staysail 66,5 sqm
Code 0 238,6 sqm
Jennaker 377,6 sqm
Project Felci Yacht Design
Shipyard ICE Yachts

 

Brochure ICE 70

Questions and Answers

You are not logged in