Istria e Quarnaro

Istria e Quarnaro

Istria e Quarnaro

Report Abuse
Categoria: Marchio:

Descrizione

Istria e Quarnaro. Navigare in barca per una crociera in Croazia è un vero spettacolo. È la più estesa tra le penisole che si affacciano sul grande mare Adriatico: l’Istria offre ai diportisti circa 450 km di coste frastagliate e spettacolari, tra le quali si trovano marina ben attrezzati e spettacolari baie.

Istria e Quarnaro

L’Istria è la prima regione della Croazia che si raggiunge via mare, e terra, dall’Italia e pur non essendo famosa come le piccole isole sperdute della Dalmazia, offre una crociera alla scoperta di un litorale affascinante e a tratti anche selvaggio. Come ad esempio nell’area tutelata da un parco nazionale, quello formato dalle 14 isolette dell’arcipelago delle Isole Brijuni (44°55’ 15N – 13°36’ 30E). Posizionate a meno di 2 miglia dalla costa, subito a nord della città di Pula, tutte le isole sono caratterizzate dalla contemporanea presenza di una vegetazione mediterranea e subtropicale e dalle vestigia di ville Romane e bizantine, oltre che dalle rovine di diverse fortezze e monasteri medievali. Per sostare nel parco ci sono ormeggi a pagamento e diverse regole da seguire (info: www.np-brijuni.hr/it).

Pula, la più famosa città dell’Istria

Poche miglia di mare più a sud delle Brijuni si entra nel grande fiordo che ospita il porto naturale di Pula (44°53’ 45N – 13°47’ 60E). La più famosa città dell’Istria va visitata a piedi a partire dal grande Anfiteatro Romano che si trova appena fuori dal centro storico. Costruito nel I secolo d.C. per un pubblico di 20mila persone testimonia quanto forte fosse la presenza Romana su questo lato dell’Adriatico. Sulla collina che domina tutto il centro di Pula si erge poi il Castello, eretto dai Veneziani nel 1632.

La sosta a Pula finisce a tavola: da Gina (tel. +385 52387943) storica e golosa trattoria istriana. Poche miglia più a sud ecco le belle spiagge che circondano l’estrema punta sud dell’Istria, Capo di Premantura. Selvagge e orlate da pinete, rocce e macchia mediterranea, circondano il borgo e la baia di Medulin (44°45’ 60N – 13°53’ 20E). Appena a sud di Premantura, si sbarca infine sull’isolotto Fenoliga per ammirare nella roccia una serie di incredibili impronte di dinosauro.

 

Questions and Answers

You are not logged in