La taglia di barca a vela da 12 a 13 metri ha avuto una vera esplosione in questi ultimi tre anni. Tutti i principali cantieri hanno puntato su questa misura che equivale in piedi ai 40/42 piedi. Noi abbiamo selezionato sei modelli di ultima generazione che sono alla Milano Yachting Week – The digital boat show dove trovate ormeggiate nel porto virtualedecine di barche di ogni dimensione. Ecco le sei barche dei migliori cantieri del mondo della vela, in ordine alfabetico: Allures, Beneteau, Fountaine Pajot, Grand Soleil, Jeanneau, Hallberg Rassy.

Allures 40.9 di Allures (m. 12,65 x 4,15): anticonvenzionale che va in capo al mondo

Non assomiglia a nessun’altra. L’Allures 40.9 è la barca che non c’era, ecco come la descrive il cantiere: “I progettisti Berret-Racoupeau hanno progettato uno scafo moderno associando alla proverbiale solidità dell’alluminio, la larghezza, la potenza e la lunghezza massima al galleggiamento. Così, più efficiente e performante, l’Allures 40.9 è libero di portarvi anche in capo al mondo. Incedere sotto i mitici alisei, raggiungere isole paradisiache, vagare per i fiordi della Scandinavia… La grande capacità di stivaggio e il capiente serbatoio del gasolio, assicurano inoltre una perfetta autonomia per una sempre maggior libertà”. Interessante, vero?

Scopri l’anticonvenzionale Allures 40.9 QUI

Beneteau Oceanis 40.1 (m. 12,87 x 4,18): crocierosa per vivere la barca tutto l’anno

Sei arrivato in rada, cali l’ancora, apri la piattaforma bagno e ti godi la giornata. Sei a bordo di di una signora barca da crociera, una barca che ti permette di divertirti a vela e di navigare spedito a motore. Una vera barca “crocierosa” perfetta di 12 metri.

L’Oceanis 40.1 possiede una carena sicura che affronta anche mari agitati in sicurezza, una navigazione non vincolata non solo alla velocità ma anche al massimo comfort. E poi spazi, tanto spazio, come in una vera casa. È la barca ideale per chi vuole vivere la barca sempre, tutto l’anno.

Scopri la comodità assoluta del Beneteau Oceanis 40.1, QUI

Fountaine Pajot Astrea 42 (m. 12,58 x 7,20): con due scafi tanto spazio in più

Eccovi a bordo del catamarano a vela Fountaine Pajot Astrea 42 e subito capirete che nelle barche con due scafi lo spazio è circa del 50% superiore a quello di un monoscafo tradizionale. E non c’è esempio più calzante per definire una barca come Astrea 42 una vera seconda casa sull’acqua.

E che barca! La grande forza del Fountaine Pajot Astrea 42 è nel comfort con interni luminosi e spaziosi. Ogni volume a bordo è stato progettato per offrire uno stile di vita lussuoso e pratico. L’Astréa 42 è disponibile in versione Maestro, che prevede una suite armatoriale con bagno privato e due cabine doppie con due bagni privati, o in versione Quatuor, dotata di 4 cabine doppie e 4 bagni privati.

Da visitare per capire come il catamarano è una villa sul mare, QUI

Grand Soleil 42 LC (13,85 x 4,16): come ti rivoluziono il “blue water”

Con la gamma LC (Long Cruise) il cantiere italiano Grand Soleil ha ridefinito il concetto di barca da crociera a lungo raggio, il cosiddetto blue water. Cos’ha inventato? Una barca con spazi “infiniti” ma con prestazioni e attrezzature degne di uno yacht da regata. Il risultato si vede bene nel nuovo Grand Soleil 42 LC, il più piccolo della gamma e forse il più riuscito.

Il suo stile “made in Italy” ha raggiunto anche l’Australia dove è diventata una barca di culto. E non si può dire che gli australiani non ci capiscano di barche! Il Grand Soleil 42 LC è disponibile in versione “crociera” o anche in una versione sport senza rollbar e senza le panche per il timoniere.

Quali sono i segreti del successo del Grand Soleil 42 LC? Scoprili QUI.

Jeanneau Sun Odyssey 410 (12,35 x 3,99 m): spazio ed eleganza in soli 12 metri

Il Sun Odyssey 410 è il perfetto esempio di come si riesce a coniugare in una barca di 41 piedi comfort, prestazioni ed eleganza. Uno dei punti di forza è il salone che ha un’innovativa disposizione con cucina centrale che conviene vedere nelle foto che si trovano all’interno dello stand.

Non da meno sono gli spazi in coperta, dove il passaggio dal pozzetto alla prua è tutto su un unico livello, eliminando pericolosi passaggi. La carena, opera di Briand è potente e permette di raggiungere velocità a vela insospettabili. Le manovre del Sun Odyssey 410 sono semplici e intutitive. Interessante è l’adozione del boma più basso del normaleche facilità la raccolta della randa.

Scopri subito QUI il Sun Odyssey 410

Hallberg Rassy 40C (m. 13,06 X 4,18): il segreto del successo che si rinnova

Un esempio di come ci si rinnova nella tradizione ve lo offre il nuovo Hallberg Rassy 40C. Vi conviene visitare subito la barca che si trova in banchina alla Milano Yachting Week – The digital boat show.

Scoprirete come gli artigiani del cantiere, la famiglia Rassy e il grande progettista German Frers sono riusciti, ad esempio, con il nuovo Hallberg-Rassy 40C ad avere volumi equivalente all’ HR44 per quanto riguarda il salone, la cabina di poppa e la cucina. In combinazione con un pozzetto che ha esattamente le stesse misure dell’ HR44.

Ecco come cambia Hallberg Rassy, scoprilo QUI

Federico Rossi
Author:Federico Rossi